Fai conoscere i tuoi servizi e prodotti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!





psicologo Monza Brianza
psicologo Monza Brianza

Cosa bisogna sapere sulla dipendenza affettiva

Quando si parla di dipendenza affettiva, si fa riferimento a una forma di dipendenza che supera i limiti tradizionali per assumere il carattere di una vera e propria patologia, che merita di essere curata con la massima attenzione. Se è vero che ogni individuo dipende dagli altri in una misura più o meno evidente, è altrettanto vero che a volte il bisogno di conferme, di empatia, di approvazione e di ammirazione da parte degli altri sconfina in una malattia. Quando una persona soffre di dipendenza affettiva, in effetti, si trova nella condizione di non essere più capace di assumere una decisione in autonomia, e palesa nei confronti degli altri un comportamento sottomesso: il bisogno di conforto e di rassicurazioni è così notevole che, in assenza di qualcuno che offra il proprio sostegno e il proprio supporto, il soggetto malato non si muove né agisce.

Nel momento in cui una persona ha una dipendenza di questo tipo, si sente indifesa e priva di protezione tutte le volte che si ritrova da sola, anche perché è inibita e schiva al tempo stesso: ha paura di essere abbandonata, e si terrorizza nel caso in cui debba fare i conti con la conclusione di una relazione stretta. Ciò può avere implicazioni pratiche anche gravi: per esempio, chi soffre di dipendenza affettiva può essere messo nelle condizioni di eseguire delle azioni degradanti e spiacevoli, che vengono compiute solo per assecondare gli altri. 

La dipendenza affettiva può essere considerata come una condizione relazionale che impedisce, a chi ne è coinvolto, di essere in grado di identificare le proprie necessità: la mancanza continua di reciprocità nell'ambito della vita sociale causa un malessere che può essere non solo psicologico, ma anche fisico. Venendo a mancare la serenità e il benessere, l'amore verso le altre persone, e verso il partner all'interno di una coppia, si trasforma in sofferenza, e produce una quantità eccessiva di energia vitale che, non ricevendo approvazione, viene frustrata. Per di più, le persone dipendenti non esitano a mettere a repentaglio la propria incolumità e la propria sicurezza solo per garantire il benessere e la salute altrui, secondo una tendenza auto-penalizzante.

Come affrontare la dipendenza affettiva

Per affrontare con successo la dipendenza affettiva, può essere utile richiedere il parere di un professionista: consultando il sito www.psicologo-monzabrianza.it, per esempio, ci si può mettere in contatto con la dottoressa Loredana Tromboni, specializzata in molteplici aree di interesse - dalle tossicodipendenze ai disagi adolescenziali -. La dottoressa, iscritta all'albo e abilitata alla pratica della psicoterapia, mette a disposizione dei suoi pazienti dei percorsi di cura studiati ad hoc a seconda delle esigenze individuali e personalizzati. I trattamenti previsti, che hanno come obiettivo il recupero del benessere e della salute, si caratterizzano per la loro brevità e per la loro efficacia, oltre che per l'attitudine di considerare ogni persona nella propria unicità. 


Fai conoscere i tuoi servizi e prodotti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!