Fai conoscere i tuoi servizi e prodotti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!





Rinnovo cessione del quinto
Rinnovo cessione del quinto

Rinnovo della cessione del quinto: cosa bisogna sapere

La cessione del quinto dello stipendio rappresenta una forma speciale di prestito non finalizzato, in funzione della quale il rimborso della somma di denaro che è stata erogata al richiedente avviene tramite il versamento del 20% del netto totale del suo stipendio mensile: proprio per questo, si parla di cessione del quinto (poiché il 20% costituisce la quinta parte della retribuzione). In genere tramite la cessione del quinto non può essere richiesto un importo che superi i 75mila euro; d'altro canto, non si è soliti ricorrere a questo tipo di formula per importi bassi, in quanto in proporzione le tasse applicate sul prestito non si rivelerebbero vantaggiose.

Per quel che concerne l'erogazione dei soldi, essa può avvenire con un bonifico sul conto corrente o con un assegno circolare: il rimborso può durare da un minimo di uno a un massimo di dieci anni, vale a dire tra i 12 e i 120 mesi. Il periodo cambia a seconda delle esigenze del richiedente, e quindi della somma che viene erogata. Il quinto dello stipendio un tempo era una prerogativa esclusiva concessa ai dipendenti statali, ma in seguito è stata estesa a tutti i lavoratori dipendenti. Devono essere rispettati, comunque, dei requisiti specifici (per esempio il lavoratore deve avere una determinata anzianità di lavoro: di solito è di 12 mesi per i dipendenti di società private, a differenza dei 6 mesi richiesti per i dipendenti pubblici).

Il rinnovo della cessione del quinto è una possibilità che viene messa a disposizione in condizioni specifiche, e cioè unicamente nel caso in cui il cliente abbia rimborsato almeno i due quinti del totale delle rate. In sostanza, il rinnovo presuppone che il prestito che è in corso venga, in un certo senso, rifatto, in modo tale che la sua durata residua sia allungata; la rata, in linea di massima, rimane inalterata, o comunque cambia di poco. Una parte della somma netta che viene erogata relativa al nuovo prestito permette di estinguere il finanziamento già in corso, mentre il resto della liquidità viene fornito al richiedente.

I vantaggi che derivano dall'opportunità di fruire del rinnovo della cessione del quinto sono molteplici: tra gli altri, c'è la possibilità di avere a disposizione della liquidità ulteriore senza che l'importo delle rate venga aumentato, cosa che invece sarebbe obbligatoria nella circostanza in cui si chiedesse un altro prestito. In ogni caso, per il rinnovo è necessario pagare delle spese di istruttoria ulteriori, oltre a una penale di estinzione anticipata relativa al finanziamento estinto. Si tratta di spese tutto sommato contenute, ma che è comunque bene prendere in considerazione in anticipo per evitare di trovarsi ad avere a che fare con un esborso imprevisto o con brutte sorprese. In ogni caso, i vantaggi della formula si rivelano superiori rispetto agli eventuali punti deboli e difetti che la caratterizzano.


Fai conoscere i tuoi servizi e prodotti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!