Fai conoscere i tuoi servizi e prodotti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!





Pneumatici per tutte le stagioni
Pneumatici per tutte le stagioni

Arcistufo del cambio stagionale?

In forte crescita il numero degli automobilisti che cercano soluzioni per evitare di fare il doppio cambio dei pneumatici, in primavera ed in autunno. Se andiamo a monitorare i consigli riportati in opinionipneumtici.it notiamo che sono sempre di più quelli che preferiscono mantenere i pneumatici invernali anche durante l’estate e altri, ancor più numerosi, che dovendo cambiare le gomme cercano quelle quattro stagioni. Entrambi le possibilità sono conformi alle disposizioni di legge solo se il codice di velocità del pneumatico è compatibile con quanto indicato sul libretto di circolazione.

Sul sito opinionipneumatici.it si possono trovare numerosi pareri e suggerimenti lasciati da utenti più o meno soddisfatti delle gomme che hanno acquistato. Tali testimonianze vengono inserire spontaneamente da chi ha un’esperienza diretta e concreta e riguardano il particolare modello di pneumatici che sta utilizzando. Presi singolarmente possono apparire di scarsa rilevanza, ma se le vediamo come insieme si ha una vera e propria guida all’acquisto, consigli onesti e disinteressati ben organizzati in un database facilmente consultabile, un’ampia panoramica del mercato basata su test di vita reale che possono essere utilissimi a chi deve acquistare delle nuove gomme.
 
Pneumatici invernali tutto l’anno
Le gomme termiche, nel periodo in cui sono obbligatorie le “dotazioni invernali”, possono essere montate anche con un codice di velocità inferiore a quello prescritto, quando decade tale obbligo però, anche se i pneumatici sono di tipo invernale, bisogna rispettare il valore minimo indicato sul libretto di circolazione, cosa non sempre possibile in quanto è abbastanza raro trovare gomme termiche con codice superiore a V.
Ciò premesso, c’è da sottolineare che i pneumatici termici sono progettati per avere determinate prestazioni alle basse temperature, sono quindi in grado di sopportare bene il freddo, ma è inevitabile che soffrano il caldo. Non che si “squaglino sotto il sol leone”, ma invecchiano precocemente, ci fanno consumare un po’ più di carburante e tendono a usurarsi con maggiore rapidità. Ricordiamoci che per poter fare presa sui terreni scivolosi (fango e neve) la profondità del battistrada deve misurare almeno 4 mm, se si scende al di sotto di tale limite le caratteristiche della gomma da neve vengono meno. Vale quindi la pena sottoporre le gomme allo stress estivo per poi affrontare l’inverno quando non sono più efficienti?
 
Pneumatici per tutte le stagioni
I pneumatici quattro stagioni nascono proprio con lo scopo di evitare l’avvicendamento delle gomme estive e invernali, ma purtroppo le performance che riescono ad esprimere non sono di alto livello né d’estate, né d’inverno. Sono consigliate per chi fa bassi chilometraggi annui, raramente lunghi viaggi e che comunque ha uno stile di guida senza velleità sportive. Anche per questo tipo di pneumatici è raro trovare modelli con codici di velocità superiori al V.
 
I nuovi pneumatici universali
Nel 2015 sono state presentate le gomme valide per tutto l’anno che hanno superato tutti i limiti che avevano le precedenti versioni per tutte le stagioni, incluso quello del codice di velocità. Proprio per evitare qualsiasi eventuale tipo di confusione, Michelin si raccomanda di non chiamare 4 stagioni la sua nuova creazione: la Cross Climate. Pirelli invece non ha questo tipo di preoccupazione, il nuovo Cinturato All Season ha ottenuto eccellenti risultati con tutte le condizioni atmosferiche, inoltre è dotato di un nuovissimo sistema denominato “seal inside” che, in caso di foratura, impedisce alla gomma di sgonfiarsi.
 
Per chi abita dove non nevica mai (o quasi)
Chi sta in zone di pianura o costiere dove raramente si scende sotto i 7°C (temperatura critica per i pneumatici estivi che iniziano a perdere elasticità) c’è sempre la possibilità di tenere le gomme estive anche d’inverno e portare le catene al seguito, nella speranza di non doverle mai utilizzare (sono molto laboriose da montare/smontare e ovviamente danno molta sicurezza in meno).
 
Quali gomme acquistare?
Le auto molto potenti con prestazioni di tipo più sportivo hanno necessità di pneumatici con performance molto particolari che, per il momento, vengono prodotte solo in versione estiva o invernale. Invece per tutte le altre vetture in occasione del prossimo cambio si pone il problema di quale tipo di gomma acquistare, ovviamente la scelta sarà condizionata dalla presenza di un eventuale secondo treno ancora da poter utilizzare, in assenza del quale ci si può tranquillamente indirizzare verso i nuovi modelli adatti per tutto l’anno.
Avrete senz’altro notato che ho citato Michelin e Pirelli, sicuramente anche altre marche di primo livello realizzeranno quanto prima pneumatici di questo tipo. La nuova tecnologia che rivoluzionerà il settore è appannaggio esclusivo delle industrie con laboratori di ricerca all’avanguardia.

Commercialmente la manovra è piuttosto chiara, facendo risparmiare il costo di due cambi all’anno l’automobilista ha la sua convenienza anche se la gomma costa qualcosa in più (che oltretutto è di una marca importante), così i giganti del pneumatico si potrebbero riappropriare di quelle quote di mercato che erano state sottratte loro dalla concorrenza a basso prezzo.


Fai conoscere i tuoi servizi e prodotti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!