Fai conoscere i tuoi servizi e prodotti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!





giardiniere
giardiniere

Come sapere se il proprio giardiniere ha fatto un buon lavoro?

Nel nostro paese ci sono un gran numero di pensionati e dopolavoristi che mettono in macchina il tagliaerba e arrivano a casa di chi ha bisogno e ad un prezzo veramente stracciato, cercano di fare il lavoro che farebbe un giardiniere a Milano. Ma non basta saper manovrare un tagliasiepi od un decespugliatore per essere un giardiniere a Milano. L’uso delle macchine non dimostra in alcun modo la competenza, che in questo nobile mestiere riguarda la conoscenza profonda delle piante, dei parassiti, della composizione dei concimi e della ciclicità delle stagioni. Per capire con chi si ha a che fare bisogna dedicare un po’ di tempo ad un colloquio di selezione iniziale.

 

Chiedere un sopralluogo gratuito e visitare insieme il giardino, chiedere con noncuranza il nome di una pianta che si conosce e farsi suggerire un nuovo allestimento per un angolo di giardino e ascoltare le risposte, ringraziare e poi fare le proprie valutazioni. Fidarsi più di una persona con molta esperienza che di una persona con molte qualifiche e tante idee grandiose. Quando si è scelto il giardiniere a Milano cercare di essere presenti il primo giorno di lavoro. La presenza del proprietario, ovviamente quanto non diventa invasiva, è sempre uno stimolo a lavorare al meglio. Meglio offrire qualcosa da bere dopo un paio d’ore e approfittare della pausa per comunicare le proprie impressioni. Se invece il giardiniere a Milano è già stato in giardino, ecco qualche consiglio per capire se ha fatto un buon lavoro.

 

Non guardare solo alla velocità con la quale ha realizzato il lavoro o alla pulizia finale del giardino, è come confondere la bella cornice col quadro. Sono cose importanti, ma qualche foglia lasciata per terra, non dice nulla della qualità del lavoro effettuato. Guardare invece se il giardiniere a Milano ha saputo potare in modo adatto ciascuna pianta o se invece ha creato monotone “cose” tutte uguali. Bisogna vedere se ha fatto esattamente quello che gli era stato chiesto, anche se questo non è però un segno che abbia fatto un buon lavoro. Infatti il bravo giardiniere a Milano ascolta attentamente, ma poi deve tradurre la cosa attraverso la sua competenza. Osservare attentamente le potature. Se i tagli sono netti o ci sono delle scosciature, cioè se i tagli non sono stati fatto ad arte e si è strappata una parte della corteccia. Guardare inoltre se il giardiniere a Milano ha tolto tutti i rami secchi e danneggiati.


Fai conoscere i tuoi servizi e prodotti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!