Fai conoscere i tuoi servizi e prodotti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!





i migliori compro oro
i migliori compro oro

Prezzo oro usato cosa lo determina?

Ti sei mai chiesto che valore ha l'oro che hai in casa, da cosa dipende e in che modo puoi determinarlo? Innanzitutto chiariamo che, di per sé, l'oro usato non esiste. Quello che definiamo comunemente in questo modo è più propriamente oro lavorato. Il metallo biondo infatti, per le sue caratteristiche organolettiche, è praticamente indistruttibile e gli oggetti che lo contengono possono essere nuovamente fusi, recuperando materiale puro per una successiva lavorazione.

Il valore di un oggetto in oro, se con tale espressione ci riferiamo al valore intrinseco del metallo e non al valore artistico, storico o da collezione del bene, dipende esclusivamente dalla quantità di oro puro in esso contenuto ed è indipendente dalla fattura e dallo stato di conservazione, essendo applicabile in egual modo a gioielli integri e rottami. Com'è noto, l'oro è da sempre utilizzato per forgiare gioielli e suppellettili, ma a causa della sua naturale morbidezza, a tale scopo non si ricorre all'oro puro, quello che viene comunemente indicato come oro 24 Kt, ma lo si unisce in lega ad altri metalli.

Quando dobbiamo determinare il valore del nostro gruzzolo di preziosi, non possiamo quindi limitarci a controllare la quotazione corrente dell'oro puro, ma dobbiamo compiutamente individuare caratura e peso del bene che abbiamo davanti. La caratura, come accennato, indica la percentuale di oro puro contenuta nella lega utilizzata per la forgiatura del monile. Certo a tutti è noto l'oro 24 Kt, ma pochi sanno che, essendo questa la dicitura indice di oro puro al 99,9% (una piccola dose di impurità è sempre presente), è difficile se non impossibile, trovare sul mercato un gioiello che lo contenga davvero.

In campo orafo le leghe a maggiore diffusione, sono quelle a 18Kt o 14Kt, che quindi contengono una percentuale minore di metallo puro e il cui valore sarà chiaramente inferiore. Per effettuare una valutazione, seppure approssimativa, dovete quindi in primo luogo individuare sul monile l'incisione indicante la caratura o il titolo. Si trova in genere in un punto nascosto alla vista (sul retro o in corrispondenza di una chiusura), racchiusa in un piccolo rombo e affiancata dal marchio. Oltre alla caratura rileva poi il peso, che deve essere determinato con precisione, al grammo, sottraendo dal totale quello di eventuali pietre preziose, la cui valutazione segue altri parametri. A questo punto ci viene in aiuto il web, grazie alla grande diffusione di siti specifici che riportano la quotazione ufficiale dell'oro aggiornata costantemente.

Fate attenzione: quella normalmente indicata, è la valutazione dell'oro puro 24 Kt e, come abbiamo visto, non è applicabile tal quale ai comuni gioielli. Sui siti dei compro oro e dei banco metalli troverete però delle apposite maschere che permettono, selezionando peso e caratura, di determinare con buona approssimazione il valore dell'oggetto. Il consiglio è quello di effettuare questa prova su diverse piattaforme. Sebbene infatti il prezzo di base utilizzato sia quello stabilito dal mercato, è bene tenere presente che la quotazione dell'oro avviene fuori borsa, attraverso scambi diretti tra acquirenti e venditori e che sconta quindi uno spread dato dalla differenza tra il prezzo al quale si è disposti a vendere e quello offerto.

I compro oro applicano spread differenti, che possono incidere con forbici anche del 10 - 20% sulla convenienza della cessione e sui quali incidono spesso anche le spese di gestione della trattativa. E' quindi sempre buona norma accertarsi con cura della trasparenza delle componenti del prezzo offerto, così da evitare l'aggiunta di costi non previsti, che sarebbero a vostro carico al momento della conclusione dell'affare. I migliori compro oro online permettono di bloccare la quotazione visualizzata per un periodo che può variare, dalle 24 alle 48 ore, entro le quali si può vendere a quel prezzo indipendentemente dalle variazioni nel mentre registrate dal mercato, recandosi presso un punto vendita fisico affiliato al sito.

Ricordate sempre che, qualora abbiate individuato la valutazione che vi soddisfa e abbiate deciso di cedere il vostro oro, dovrete comunque recarvi di persona presso l'esercente muniti di documento di identità e codice fiscale. La legge vigente prevede infatti, a tutela di entrambe le parti e in omaggio alla più ampia trasparenza, che la transazione avvenga in modo tale che l'acquirente (nel nostro caso il compro oro) possa verificare compiutamente la corrispondenza dei documenti al cedente, al fine di fronteggiare il fenomeno del riciclaggio.


Fai conoscere i tuoi servizi e prodotti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!