Fai conoscere i tuoi servizi e prodotti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!





valutazione quadri antichi
valutazione quadri antichi

Metodi di valutazione dei quadri antichi

La valutazione delle opere d’arte ed in particolare dei quadri antichi è un metodo di valutazione che consiste nell’indagare il contesto storico, lo sfondo sociale ed umano, le caratteristiche psicologiche e fisiche dell’artista ed il suo modo di elaborare l’arte. Nella valutazione, quindi, questo metodo è sicuramente il più semplice da cui partire per cercare di comprendere cosa aveva in mente l’artista nel momento in cui l’opera è stata creata.

Per effettuare una corretta valutazione dei quadri antichi, è necessario partire dalle seguenti questioni:

  • Valutazione del contesto storico in cui l’opera è stata prodotta.

Se conosciamo la data di creazione dell’opera, è decisamente più semplice e meno complicato riuscire a misurare la capacità creativa e stilistica dell’artista, ma anche le difficoltà che egli ha avuto nella produzione del dipinto. Se il dipinto è stato creato in una data epoca storica, esso potrà contenere tutte le caratteristiche stilistiche e culturali di quel periodo stesso, oppure – come spesso accade nel caso di artisti particolarmente ‘moderni’ ed intraprendenti – ci potrebbe essere una sorta di ribellione o di superamento di quelle determinate teorie. In ogni caso la conoscenza della data – o comunque del periodo storico – in cui l’opera è stata prodotta è di grande aiuto per una valutazione attenta ed approfondita.

  • Tipologia di pittura.

Un occhio attento ed allenato sarà in grado di riconoscere la tipologia di pittura o comunque lo stile di quel dipinto: nei casi dei quadri antichi sicuramente la pittura non sarà astratta – come è possibile notare in opere moderne, come quelle di Picasso o dei surrealisti – ma sarà sicuramente rappresentativa, ovvero rappresenterà più o meno fedelmente le forme naturali. In base alla tipologia di pittura, il lavoro può essere valutato e giudicato seguendo determinati criteri: nel caso di un quadro astratto ha delle qualità specifiche che fanno dipendere la valutazione soprattutto dalle qualità formali con cui è stato prodotto. Tra le altre tipologie di pittura da considerare per la valutazione vi sono, poi: paesaggi urbani, dipinti marini, quadri antichi di tipo religioso come icone, pale d’altare, ma anche miniature, caricature, vignette o graffiti. Proprio perché ogni tipologia di pittura ha delle proprie regole tradizionali per le loro composizioni, è naturale che per la valutazione dei dipinti sia necessario riconoscere la tipologia che abbiamo di fronte.

  • Movimento artistico a cui il quadro o l’opera d’arte appartiene.

Sia che si tratti di quadri antichi, sia che stiamo parlando di dipinti moderni, inserire l’opera analizzata all’interno di un contesto artistico definito è fondamentale perché ci aiuta a dare una ulteriore informazione in merito alle capacità dell’artista di attenersi alle regole o di superarle. In questo modo possiamo anche misurare la sua soggettività, il suo buon gusto e la sua creatività, oppure avere piena consapevolezza delle sue capacità di aderire completamente a quel genere.


Fai conoscere i tuoi servizi e prodotti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!