Fai conoscere i tuoi servizi e prodotti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!





Rifacimento tetti
Rifacimento tetti

Rifacimento tetti: tutti i consigli per la manutenzione

In ambito di rifacimento tetti è bene dire che, se si effettua una corretta manutenzione del tetto si eviterà di doverlo sostituire quanto prima.

Partiamo dai materiali: un materiale economico, scadente non resisterà a lungo quindi non si tratta di un vero risparmio, anzi. Rifare un tetto costa, se lo si rifà con materiali di scarsa qualità, costa il doppio.

In secondo luogo: si possono riparare piccoli danni, se il danno è esteso non conviene mettere rattoppi e se si tratta di un danno serio conviene chiamare un’impresa specializzata, che provvederà a dare una valutazione del danno.

Trascurare il tetto è uno sbaglio molto grave, prima o poi potrebbe danneggiarsi specie se non è stato effettuato un lavoro certosino ed in tal caso una semplice manutenzione non sarebbe più utile.

Rifacimento tetti: cogliere i segnali

Per assicurarsi che il tetto sia in buono stato, occorre cogliere i segnali ed in caso affermativo rivolgersi prima possibile ad una ditta nell’edilizia che si occupa del rifacimento, cura e manutenzione tetti a Torino, Roma, Napoli o dove risiedete.

Dopo una nevicata o un’abbondante pioggia assicuriamoci che il soffitto, i muri ed i pavimenti siano asciutti.
Se notiamo delle gocce d’acqua che cadono, se notiamo macchie d’acqua o muffa o peggio pozze d’acqua dobbiamo accertarci di quale sia il problema. Eseguiamo un controllo dall’accesso al tetto, per verificare che non vi siano crepe e tegole smosse. Anche dall’interno verifichiamo che non ci siano crepe, infiltrazioni o se si tratta di un tetto in legno punti in cui sia marcito.
Soprattutto d’inverno bisogna ogni tanto provvedere ad un’ispezione, onde evitare di dover rifare il tetto a causa della trascuratezza.

Rifacimento tetti: consigli per la manutenzione fai da te

Se si decide d’intervenire sul tetto in autonomia, occorre ricordare che:

  • non si devono utilizzare scale a pioli meglio preferire una scala a libro con fermo di sicurezza
  • non si deve salire su ponteggi instabili
  • è necessario munirsi di casco
  • non camminare sul tetto specie nei punti danneggiati
  • non intraprendere i lavori da soli

Occorre fare in concreto per la manutenzione del tetto?

Prima di tutto bisogna controllare le tegole, se ve ne sono di rotte vanno sostituite e se ve ne sono smosse vanno nuovamente fissate, cercando di non rompere le tegole vicine e di non far cadere cocci a terra.

Un’altra manutenzione del tetto da non trascurare è quella di togliere muschio ed erbacce. Fra una tegola e l’altra non è difficile che si formi il muschio, o addirittura di veder crescere erba, questi elementi vanno rimossi o si correre il rischio di dover sostituire delle tegole e di trovare infiltrazioni d’acqua in casa. Seguendo la pendenza del tetto dunque, bisogna togliere muschio ed erbacce con un idropulitrice a pressione ad esempio ed infine si possono applicare prodotti che ne rallentino la ricrescita.
Le grondaie sono molto importanti, vanno tenute pulite per evitare ristagni d’acqua e vanno sostituite se usurate dal tempo.

In caso di accumulo di neve, cerchiamo di liberare il prima possibile il tetto, specie se piano, di modo che non ristagnino a lungo peso e umidità.


Fai conoscere i tuoi servizi e prodotti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!