Fai conoscere i tuoi servizi e prodotti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!





camino elettrico
camino elettrico

Sostituire il vecchio camino a legna con uno elettrico: pro e contro

Il camino a legna è parte integrante di molte case costruite in tempi non molto recenti.

Per quanto possa essere un ottimo strumento di riscaldamento, non sempre è in grado di mantenere la temperatura costante in ogni angolo della casa.
Inoltre, il consumo di legna necessario rischia di diventare un investimento davvero oneroso, nonché uno sforzo fisico non indifferente che il trasporto richiede. Ma allora quali sono le alternative? E' possibile sostituire il camino a legno con uno elettrico? Certo che si può, vediamo come.
Innanzitutto, va detto che la sostituzione del camino a legna con uno elettrico è più facile di quel che si pensi: quest'ultimo, infatti, non necessita di grandi opere di installazione e montaggio e non è dotato di sistema di ventilazione né di canna fumaria.

Questo significa che semplicemente, il camino elettrico può essere posizionato in qualsiasi punto della vostra casa ed in qualsiasi momento. Ciò rappresenta il primo dei moltissimi vantaggi che un comporta, soprattutto se si pensa che un camino elettrico può anche essere trasportato con facilità da un ambiente ad un altro.
Inoltre, un altro vantaggio che comporta un camino elettrico, è sicuramente l'alimentazione. Sebbene un'alimentazione elettrica potrebbe far pensare ad un elevato consumo di elettricità, non è così.
Il funzionamento del camino dipende dall'accensione di lampadine, che possono essere anche a led quindi a ridotto consumo energetico, e di resistenze, che permettono la diffusione del calore. Inoltre, l'accensione e lo spegnimento può essere stabilito mediante comandi, anche a distanza, riducendo così in modo ulteriore il consumo di elettricità. Altro punto a favore dell'installazione di un camino elettrico, è la pulizia e la manutenzione. Quando si ha in casa un camino a legna, è necessario effettuare una costante ed accurata pulizia quotidiana. Inoltre, almeno una volta l'anno, è necessario controllare la canna fumaria e verificare che tutto il sistema sia correttamente funzionante.

Tutto ciò comporta tempo e soldi. Con il camino elettrico, invece, non è necessaria alcuna operazione di pulizia né di manutenzione annuale. L'unica operazione che questo comporta è l'accensione e lo spegnimento del sistema, nient'altro.
Per concludere, quali sono i passi per poter acquistare un camino elettrico?
Innanzitutto rivolgervi ad'aziende certificate, come la British Fires, specializzata nella produzione di camini di tutte le tipologie. Inoltre, richiedere un controllo dell'impianto elettrico, per verificare che questo possa erogare corrente in modo continuativo. Infine, potete scegliere il modello e lo stile in base alle caratteristiche della vostra casa e dell'ambiente in cui questo sarà posizionato. In commercio ne esistono di tutte le tipologie, adattabili a qualsiasi gusto.


Fai conoscere i tuoi servizi e prodotti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!