Fai conoscere i tuoi servizi e prodotti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!





Ponte termico
Ponte termico

Ponte termico: le cose da sapere

Negli edifici di una certa data è senza dubbio presente il problema legato al ponte termico che penalizza il consumo energetico con un conseguente aumento delle spese relative al riscaldamento.

Questo fattore nasce dalla mancanza di un isolamento termico idoneo a proteggere l’ambiente interno dalle influenze del clima esterno.

Il ponte termico è identificabile in una zona dell’involucro termico dove si evidenzia una certa  discontinuità che manifesta la differenza tra il flusso termico interno e quello esterno che, generalmente risulta essere maggiore rispetto a quello presente nel resto delle strutture: ed è questa la causa della formazione di punti freddi.
La mancanza di omogeneità rende insufficiente la protezione da parte dell’edificio per contrastare il gap che intercorre tra la temperatura interna (alimentata da impianti di riscaldamento di qualsiasi natura) e quella proveniente dall’esterno che tende a raffreddare il calore che si è generato all’interno.
L’effetto che si origina da questa causa è la continua necessità di riscaldare l’ambiente con un uso smodato di termosifoni e caldaie con il conseguente consumo di costosa energia.
E’, in breve, come se in una stanza ben riscaldata qualcuno aprisse una finestra facendo entrare un vento gelido che raffredda l’ambiente e che per, ripristinare quel confortevole tepore, c’è bisogno di riaccendere nuovamente i caloriferi.

Soluzioni da professionisti

Niente paura: il problema si risolve se attivate dei professionisti capaci di stabilire il modus operandi che si rende necessario per agire a livello strutturale.
La soluzione più ovvia è quella di applicare un cappotto termico che sia in grado di eliminare ogni punto freddo generato dal ponte termico. E’ questa una procedura che implica un intervento significativo e costoso che non tutti sono propensi ad affrontare e che da adito a trovare delle alternative.

Queste sono rappresentate dalla sostituzione dei serramenti presenti con altri dotati di vetri termoisolanti intelaiati su dei serramenti con bassa conducibilità termica. A questo primo step di rivisitazione della propria casa, si deve aggiungere l’insufflaggio con cellulosa che è una operazione che può risolvere il problema perché tesa a riempire le intercapedini presenti, sigillandoli con un materiale facilmente plasmabile in grado di riempire ogni spazio e che deve essere iniettato grazie all’ausilio di uno speciale macchinario e dopo aver realizzato una teoria di fori sulle pareti dove porre il beccuccio di questo macchinario ad alta pressione che inietta la cellulosa in forma semiliquida che si andrà a solidificare.

Eliminare il problema dei punti freddi presenti è un indispensabile passaggio per cambiare in meglio la qualità della propria vita perché permette di godere una temperatura sempre costante in qualsiasi periodo dell’anno e, soprattutto, consente un notevole risparmio della spesa di gestione dedicata al consumo di energia. E' quindi un modo intelligente per fare attenzione al proprio portafoglio ma anche all'ambiente che si troverà meno avvelenato e vi sarà grato della vostra sensibilità.


Fai conoscere i tuoi servizi e prodotti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!