Fai conoscere i tuoi servizi e prodotti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!





Mountain Bike, un tour tra Lazio ed Umbria
Mountain Bike, un tour tra Lazio ed Umbria

Mountain Bike, un tour tra Lazio ed Umbria

La mountain bike, un ottimo mezzo per il divertimento di ragazzi e adulti, immersi nella natura incontaminata e, alcune volte, anche selvaggia. E il nostro Paese offre tanti itinerari e luoghi adatti all'attività all'aperto in sella ad una bicicletta. Purché si abbia un fisico allenato, un mezzo adeguato e l'abbigliamento adatto, quindi dal vestiario alle scarpe mtb idonee per affrontare certi percorsi e soprattutto certe condizioni metereologiche.

Un percorso affascinante è quello che si potrebbe effettuare tra le regioni del Lazio e dell'Umbria, alla scoperta dei territori che circondano il monte Terminillo e di alcuni borghi della Valnerina, un'area umbro-marchigiana che si estende tra le province di Perugia, Terni e Macerata. Andiamo quindi alla scoperta di questo tour nel cuore del nostro Paese, in un ambiente ricco di campagne e piccole cittadine.

La partenza, dal Lazio all'Umbria

In sella alla mountain bike ci si avvia dalla splendida cittadina di Rieti, dopo naturalmente averne visitato la magnifica ed antichissima cattedrale medievale di S.Maria Assunta. Si parte e si prende la direzione di Rivodutri, passando per Morro e dirigendosi verso la cittadina di Leonessa. Arrivati qui, si procede per strade asfaltate ma poco trafficate, proseguendo verso Cascia ed il paesino di Monteleone di Spoleto.

Questa cittadina presenta un piccolo e grazioso borgo, in cui ancora si possono distinguere i resti delle sue antiche cinte murarie e varie chiesette, che vale la pena visitare. Intrapresa poi la strada provinciale 470, tra vari saliscendi, si attraversano suggestivi paesaggi panoramici, per entrare nella valle del fiume Nera, corso d'acqua che sfocia nel Tevere, nei pressi di Orte. Si giunge così a Sant'Anatolia di Narco, in provincia di Perugia.

Il ritorno, dalla Valnerina a Rieti

Fatto un piccolo tour di questo borgo, che presenta graziose chiese di origine tardo-medievale ed affreschi pregevoli al loro interno, si può ripartire per effettuare il percorso di ritorno. Ci si dirige verso Scheggino, attraversando la suggestiva Valnerina lungo un percorso pianeggiante, che consente di passare per il paesino di Arrone (TR). Bellissimo borgo, in cui meritano una visita il castello cittadino di origine medievale e diverse chiese, con splendidi affreschi risalenti al XV° secolo.

Per gli amanti della natura, è possibile effettuare una deviazione, che consente di osservare lo splendido panorama offerto dalle cascate delle Marmore. Partiti da Arrone, proseguendo comunque lungo la strada provinciale 4, in salita, si arriva nella zona di Villalago, dove si può godere di un parco ricco di tanto verde e di una vista magnifica sui dintorni. Da qui si prosegue in discesa, verso Piediluco, sfiorandone il lago, passando poi per Colli sul Velino e giungendo, dopo un percorso complessivo di circa 130 chilometri, nuovamente a Rieti, la destinazione finale.


Fai conoscere i tuoi servizi e prodotti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!