Fai conoscere i tuoi servizi e prodotti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!





La colazione ideale dello sportivo
La colazione ideale dello sportivo

La colazione ideale dello sportivo

Iscriversi alla palestra non è sufficiente per riuscire a rimettersi in forma, neanche se si è seguiti da uno dei personal trainer dello Sporting Club Parco De Medici – prestigioso circolo sportivo di Roma – bensì è necessario cambiare radicalmente il proprio stile di vita e abbinare allo sport anche una sana alimentazione abbinata alla tipologia di attività fisica più o meno intensiva che sia. La giornata comincia bene se si parte con una buona colazione.

Come scegliere la colazione ideale per chi fa sport

Tutti i nutrizionisti sono concordi nel sostenere a ragione che la colazione è il pasto più importante della giornata. Il primo pasto del mattino deve essere nutriente perché serve a riattivare e accelerare il metabolismo dando l’energia necessaria ad affrontare la giornata. Una colazione che riesca a mettere in moto le energie corporee si basa su pochi ingredienti essenziali: il latte o lo yogurt, un succo di frutta (preferibilmente naturale e spremuto al momento, non quelli prodotti dalle industrie), fette o pane biscottato, marmellata e cereali. Alternativamente alla spremuta, si può optare per la frutta ricca di antiossidanti e fibre.

Il quantitativo di cibo a colazione necessario per carburare bene è pari al 20% del fabbisogno energetico giornaliero. Qualità e quantità sono importanti: è bene evitare alimenti confezionati ricchi di grassi idrogenati come le merendine, le brioches e ogni tipo di alimento particolarmente lavorato e ad alti contenuti lipidici. Appartengono alla categoria sconsigliata a colazione anche gli alimenti propagandati come “dietetici”: barrette, cereali e altri cibi che per la loro lavorazione sono in realtà ricchi di grassi saturi e additivi potenzialmente nocivi per la salute. Per essere “autenticamente” dietetici, gli alimenti devono riportare in etichetta almeno le seguenti caratteristiche:

  • Contenuto di fibre maggiori di 15 gr ogni 100gr.;
  • Apporto calorico inferiore a 300 kcal per 100 gr.;
  • Assenza di additivi contrassegnati da una sigla numerica preceduta dalla lettera E (identificano i coloranti);
  • Assenza di grassi idrogenati o tropicali.

Non tutti amano la colazione dolce, molti preferiscono la colazione salata per cui è molto consigliato consumare fette biscottate o pane bruscato/tostato con un filo di olio extravergine di oliva e pomodori. Nella colazione salata sono ammesse le proteine come prosciutti magri, bresaola, formaggi poveri di grassi. Via libera anche alle uova, in assenza di intolleranze specifiche, ma attenzione all’impiego del sale. Dolce o salata – le due tipologie di colazione si possono anche alternare – l’importante è che si scelgano prodotti genuini, inoltre non si deve eccedere nelle porzioni e nelle quantità, ma soprattutto la colazione non deve mai essere saltata perché è davvero il pasto più importante della giornata, il primo passo per partire con il piede giusto e affrontare la giornata nel modo migliore.


Fai conoscere i tuoi servizi e prodotti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!